Alla base del Turismo Consapevole troviamo: la “Consapevolezza” delle proprie azioni, la “Responsabilità” ed il “Rispetto” nei confronti delle persone e dell’ambiente ospitante. Seppur non ancora codificato, è attraverso la “somma” di queste pratiche che si si concretizza il Turismo Consapevole, per offrire al viaggiatore un esperienza appagante ed arricchente. Di scoperta dell'arte, della cultura e delle tradizioni. Di incontro e di scambio con le persone del posto. Di contribuzione all'economia reale dei paesi ospitanti. Di solidarietà e di preservazione dell'ambiente. Fornendo l'opportunità di riscoprire noi stessi in relazione con "l'altro", e di riflettere sui nostri stili di vita e di come percepiamo il mondo.

COME FARE?

Vademecum per il Turista Consapevole

Chiunque può essere un “viaggiatore consapevole”, diventando protagonista della dinamica complessa che lo coinvolge, attento al mondo e alle persone che lo circondano, seguendo semplici norme di comportamento, prima, durante e dopo il viaggio.

PRIMA DI PARTIRE

  • Ricerca il maggior numero di informazioni possibili sul Paese che stai per visitare: storia, cultura, economia, natura, religione, cucina.
  • Scegli operatori turistici, compagnie aeree e hotels che si impegnano nei confronti delle comunità ospitanti e dell’ambiente.
  • Preparati a vivere l’esperienza del viaggio come un importante momento di crescita e interscambio culturale oltre che come momento di piacere.

DURANTE IL VIAGGIO

  • Rispetta gli usi e i costumi, le credenze delle popolazioni ospitanti, ponendoli al centro degli interessi e dell’agire.
  • Incontra ed instaura rapporti corretti e cordiali con le popolazioni locali, senza pregiudizi. Sarà è un arricchente momento di confronto.
  • Scegli alberghi a conduzione familiare o gestiti da gente del posto , in modo da favorire l’economia locale.
  • Utilizza quando possibile i mezzi di trasporto pubblici o comunque scegli i meno inquinanti.
  • Indossa un abbigliamento consono, soprattutto nei luoghi di culto.
  • Acquista artigianato locale nei mercatini, cercando di mercanteggiare un prezzo equo per entrambe.
  • Non acquistare reperti archeologi o prodotti fatti con piante o animali a rischio estinzione (es. avorio, pelli, conchiglie…).
  • Non dare soldi ai mendicanti e non acquistare nulla dai bambini (che devono andare a scuola).
  • Negli ambienti naturali, segui i sentieri: non disturbare gli animali e l’ambiente in cui vivono.
  • Non sprecare acqua, energia elettrica, o risorse preziose per il pianeta.
  • Riduci l’uso di plastica. Evita la sua dispersione nell’ambiente e poni l’accento sull’importanza della raccolta differenziata.
  • Prima di far delle foto alle persone chiedi il permesso.
  • Partecipa a manifestazioni culturali.
  • Prova la cucina locale e non “pretendere” i prodotti ed il cibo a cui sei abituato.

IL VIAGGIO CONTINUA ANCHE A CASA

  • Ritornato a casa, rifletti su cosa hai visto su chi hai incontrato.
  • Mantieniti in contatto e rispetta gli impegni presi con la gente del luogo (invio di cartoline, foto o altri piccoli favori).
  • Approfondisci ulteriormente le informazioni avute in viaggio e cerca di condividerle facendo in modo che il viaggio non rimanga una esperienza solo individuale, ma che possa influenzare le scelte di amici e conoscenti, diffondendo l’idea che chiunque può essere un “viaggiatore consapevole”!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scroll to top